Come scegliere la biancheria migliore per la propria struttura ricettiva

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Quando si deve scegliere la biancheria migliore per la propria struttura ricettiva è importante trovare il giusto compromesso tra qualità, prezzo e attenzione al benessere ed alla salute degli ospiti. Vediamo allora alcuni consigli e regole per scegliere la migliore biancheria per hotel, B&B, case vacanza o ostelli.

Biancheria della struttura: misure e materiali

La prima regola ed il consiglio più importante da seguire quando si acquista e si sceglie la biancheria è adeguarsi alle misure standard, sia per le lenzuola, sia per gli asciugamani. In particolare, queste sono le dimensioni consigliate:

  • lenzuolo letto singolo (160×90 cm);
  • lenzuolo letto matrimoniale (240×290 cm);
  • federa (55×90 cm);
  • asciugamano ospite (40×60 cm);
  • asciugamano viso (60×100 cm);
  • telo doccia (100×150 cm).

Non meno importante è la scelta del materiale e a questo proposito la seconda regola per la valutazione della biancheria della struttura riguarda la valutazione attenta del tessuto. In particolare, si consiglia di acquistare asciugamani e lenzuola in cotone 100%, dato che si tratta di un tessuto naturale, anallergico, facile da lavare e di lunga durata. Per quanto riguarda la biancheria si usano, infatti, due tipi di filati:

  • fibra naturale (lino, cotone, seta e canapa);
  • fibra sintetica (nylon, poliestere).

Per quanto riguarda i tessuti naturali, consigliamo di scegliere sempre il cotone anche rispetto al lino o alla canapa, dato che questi ultimi sono rigidi e difficili da stirare e creando pieghe antiestetiche. Il cotone, infatti, è un materiale traspirante e piacevole al tatto, che non irrita la pelle e resiste anche al lavaggio ad alte temperature.

La lavorazione della biancheria

Dopo aver affrontato il tema delle dimensioni e dei materiali, altrettanto importante è valutare la lavorazione della biancheria e, in particolare, degli asciugamani. Un buon prodotto si caratterizza per l’avere una maglia compatta e uniforme ed una bassa grammatura. In questo modo l’asciugamano risulterà morbido al tatto. A questo proposito si trovano in commercio asciugamani realizzati con due tipi di lavorazione:

  • lavorazione manuale, di bassa qualità e che creano un prodotto irregolare e poco morbido;
  • lavorazione effettuata da macchinari automatici e quindi di alta qualità.

Scegliere un prodotto ben fatto significa soprattutto scegliere un prodotto non solo più morbido e piacevole da utilizzare, ma anche pensato per durare a lungo nel tempo. Inoltre, nel scegliere la biancheria, non dimenticatevi di predisporre sempre asciugamani puliti in una posizione strategica per gli ospiti e selezionare accuratamente la grammatura.

A seconda della scelta di una grammatura alta, media o bassa si otterranno asciugamani diversi, pensati per occupare più o meno spazio ed offrire una morbidezza maggiore o minore.

Come vedi, scegliere la biancheria per il letto e gli asciugamani perfetti è un vero e proprio lavoro, che richiede conoscenza dei materiali, delle lavorazioni e delle loro caratteristiche per ottenere sempre il migliore risultato.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat

Per i 13 anni di attività, Erre Biancheria regala il 13% di sconto per i nuovi ordini