Dalla produzione alla vendita: perché abbiamo deciso di non avere un e-commerce

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Oggi sempre più aziende scelgono di vendere online affidandosi a un e-commerce, eppure questo strumento non presenta solo vantaggi. Sicuramente si tratta di un modo per vendere 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 in ogni parte di Italia e del mondo, ma noi di Erre Biancheria abbiamo deciso di andare controcorrente e continuare a privilegiare la vendita tradizionale e il contatto umano con il cliente. Ecco le motivazioni alla base di questa scelta.

Immediato possesso del bene acquistato

Chi compra in un negozio fisico riceve immediatamente il bene e l’esperienza di acquisto è semplice e diretta. Si tratta semplicemente di scegliere il prodotto – facendosi consigliare dal commesso – e di andare alla casa per pagare, tornando a casa con la merce acquistata. Quando si acquista online, invece, c’è sempre un ritardo nel ricevere il bene e anche la consegna più veloce sarà sempre “domani”.

Fanno eccezione i contenuti digitali immediatamente fruibili, ma non è il caso di Erre Biancheria, specializzata nella vendita di filati e prodotti in cotone di grande qualità e da scegliere con cura, privilegiando la visione in prima persona della merce.

Prezzi facilmente comparabili

Sull’e-commerce ogni azienda rende noto il prezzo del bene e il cliente può fare facilmente paragoni con gli altri venditori. Tuttavia, non sempre la persona ha l’esperienza e le competenze tecniche per valutare il prodotto. Pensiamo al caso del cotone e del tessuto, che vanno toccati con mano per capire l’effettiva qualità di ciò che si sta per acquistare. 

Non sempre, quindi, comprare in pochi click davanti al PC confrontando i prezzi a distanza si rivela vantaggioso e non sempre l’assenza della relazione tra cliente e venditore si trasforma in un beneficio.

Periodi di downtime del sito

Certo, l’e-commerce permette di acquistare 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, ma cosa fare in caso di downtime o se il sito è fuori servizio? Il disservizio si trasforma immediatamente nella perdita di potenziali clienti, dato che i visitatori non possono acquistare e nel rischio che anche la clientela fidelizzata si rivolga alla concorrenza nel periodo in cui il sito non è attivo.

Lo svantaggio principale: la mancanza di contatto con venditore e prodotto

Nonostante quelli appena visti siano svantaggi importanti dell’e-commerce, la decisione di Erre Biancheria di non avere un negozio online è basata principalmente sulla mancanza di un contatto umano e con il prodotto. Chi vende su un e-commerce non può creare una relazione con il cliente e l’unico scambio di informazioni è via chat e email.

Anche l’esperienza di acquisto cambia completamente, dato che non si può toccare con mano e analizzare da vicino il prodotto che si sta per acquistare. In Erre Biancheria abbiamo deciso di non puntare su e-commerce e vendita online perché abbiamo a cuore la personalizzazione del processo di acquisto. Ogni cliente ha esigenze diverse e cerca prodotti diversi e crediamo che un buon venditore non debba lasciare sola la persona nella scelta dei prodotti, ma guidarla e accompagnarla nel processo decisionale.

Tutto questo diventa impossibile se ci si affida al web: ecco perché la nostra biancheria e i nostri tessuti sono proposti solo in punti vendita fisici in modo da permettere a tutti di toccare con mano e vedere in prima persona la qualità della merce proposta.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat

Per i 13 anni di attività, Erre Biancheria regala il 13% di sconto per i nuovi ordini